Cerca

Casa: Chiti, la Lega parla, Berlusconi comanda

Politica

Roma, 12 mag. (Adnkronos) - ''Povera Lega Nord: che triste destino. Si trova a far parte di un governo il cui presidente del Consiglio, per motivi elettorali, protegge l'abusivismo a Napoli. Naturalmente oggi suoi esponenti come Calderoli e Castelli dicono no. Perbacco: non sono stati ancora consultati. Almeno questo lo pretendono. I cittadini italiani onesti pretendono, invece, semplicemente che le leggi siano uguali per tutti e siano fatte rispettare''. Lo afferma il vicepresidente del Senato Vannino Chiti.

''Lo sappiamo - prosegue Chiti - questo dell'uguaglianza dei cittadini davanti alla legge al presidente del Consiglio suona ostico. Sembra un'offesa, un delitto di lesa maesta'. La Lega ci vuol far credere che in tutti questi anni non se ne e' ancora accorta? Suvvia: siamo seri. Andra' cosi': la Lega fara' la voce grossa fino ai ballottaggi. Poi la premieranno con una mozione o una nomina e andranno avanti a testa bassa. La Lega parla, Berlusconi comanda'', conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog