Cerca

Criminalita': latitante Giuseppe Pacilli arrestato nel foggiano dalla Polizia (3)

Cronaca

(Adnkronos) - Nello scontro armato tra i contrapposti gruppi criminali, Pacilli ''era il 'braccio operativo' del boss Franco Libergolis (nipote di Francesco), catturato, lo scorso anno, dopo un periodo di prolungata latitanza. A seguito di tale arresto -prosegue la nota- il Pacilli ha, via via, assunto un ruolo di leadership all'interno del gruppo di appartenenza assurgendo ai vertici del clan. Attualmente e' il piu' pericoloso criminale della Puglia e dalle sue decisioni dipendono le strategie mafiose che ispirano la vita delinquenziale del gruppo Libergolis. Dalle attivita' investigative e', infatti, emerso che egli ha continuato a gestire, in particolare, il settore delle estorsioni che incide pesantemente sul tessuto economico dell'area garganica''.

La cattura di Pacilli e' avvenuta attraverso un'irruzione effettuata in un casolare, dove il ricercato si nascondeva, individuato mediante ''sofisticate attivita' tecniche, realizzate nei confronti dei fiancheggiatori''. Il latitante era armato ed aveva con se' una somma di circa 5.000 euro. L'intervento e' stato compiuto da unita' elitrasportate della Polizia di Stato.

L'arresto ''e' il frutto di mirate indagini svolte da un gruppo di lavoro composto da operatori del Servizio Centrale Operativo e delle Squadre Mobili di Foggia e Bari, nel contesto di uno specifico dispositivo di intervento predisposto dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza teso ad aggredire le cosche mafiose operanti in Puglia''. L'attivita' di ricerca di Pacilli e' stata coordinata dai magistrati della Procura Distrettuale Antimafia di Bari. Ulteriori particolari saranno forniti nel corso della conferenza stampa che si terra' alle ore 12 presso la Questura di Foggia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog