Cerca

Usa: 2 arresti a New York, preparavano attentato a sinagoga

Esteri

New York, 13 mag. (Adnkronos) - La polizia di New York ha arrestato due uomini, un algerino e un americano di origine marocchina, accusati di preparare attentati contro sinagoghe. I due, hanno spiegato il sindaco Michale Bloomberg e il capo della polizia Raymond Kelly in una conferenza stampa, sono stati arrestati mercoledi' sera a Manhattan dopo aver comprato una bomba a mano, tre pistole semiautomatiche e 150 caricatori.

Gli arrestati ignoravano di essere sotto il controllo della polziia gia' da sette mesi e che il venditore di armi era in realta' un agente sotto copertura. Dopo l'acquisto avevano chiesto se potevano avere anche un giubbotto anti proiettile, un silenziatore e una radio sintonizzata sulle frequenze della polizia. I due non sono legati ad al Qaeda e si ignora se vi siano altri complici. Uno di loro aveva espresso interesse anche per un attentato contro l'Empire State Buliding.

Il sindaco ha presentato l'arresto come un successo dello sforzo antiterrorismo della sua amministrazione. "Assegnando mille dei nostri migliori uomini a compiti di intelligence e antiterrorismo, e grazie a investimenti in sistemi ad alta tecnologia che hanno migliorato la nostra capacita' di reagire e identificare la potenziale attivita' terroristica, la polizia di New York e' stata in grado di prevenire nuovi attacchi dopo quelli dell'11 settembre", ha affermato Bloomberg. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog