Cerca

Letteratura: Celine, vendute per quasi 100mila euro lettere antisemite e misogine

Cultura

Parigi, 13 mag. - (Adnkronos) - Un gruppo di trentasei lettere autografe inedite di Louis-Ferdinand Celine (1894-1961), indirizzate tra il 1939 e il 1948 al dottor Alexandre Gentil, che fu un intimo amico dello scrittore francese, e' stato venduto a Parigi ad un'asta dalla casa Artcurial per quasi 100.000 euro. L'insieme di 116 pagine, che era stimato tra 90.000 e 100.000 euro, e' considerato fondamentale per la comprensione degli 'anni neri' di Celine, la sua fuga dalla Francia nel 1944, l'imprigionamento in Danimarca fino al 1947 e poi l'esilio sul Baltico fino al 1951.

Un collezionista privato francese, che ha richiesto l'anonimato, ha pagato per il lotto 99.700 euro. La casa Artcurial ha venduto anche altri cimeli legati a Celine, tra cui un disegno a pennarello del volto dello scrittore sul suo letto di morte. Complessivamente tutti i lotti hanno totalizzato 175.780 euro. Le missive di Celine finora sconosciute fanno trasparire anche il vero animo dell'autore di ''Viaggio al termine della notte'', il suo carattere misogino, come ad esempio si evince dai commenti crudi e crudeli sulla sua segretaria Marie Carnavaggia, e il suo radicato antisemitismo, con ripetuti e violenti attacchi al popolo ebraico.

''Sapevamo dell'esistenza di queste lettere ma ignoravamo dove si trovassero'', ha spiegato Olivier Devers, specialista di Artcurial, aggiungendo: ''Le lettere inedite stavano per essere gettate ma alcuni discendenti del dottor Gentil le hanno ritrovate e conservate. Di recente hanno deciso di metterle in vendita nell'anno in cui si ricorda il mezzo secolo della scomparsa di Celine.''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog