Cerca

Immigrati: Save the Children, piu' collaborazione da autorita' su minori da sistemare

Cronaca

Lampedusa, 13 mag. - (Adnkronos) - Una maggiore collaborazione con le autorita' "per avere informazioni certe sulla destinazione dei minori" non accompagnati sbarcati nei giorni scorsi sull'isola di Lampedusa. E' quanto chiede Michele Prosperi, di Save the Children, a Lampedusa per seguire da vicino i trasferimenti dei 129 minori che oggi lasceranno l'isola.

"Sono necessarie piu' informazioni anche sul piano del coordinamento -ha spiegato Prosperi- noi stiamo collaborando con le autorita' perche' venga stabilito un piano coordinato di gestione dei minori".

Tra i 129 ragazzi tra i 15 e i 17 anni che stanno lasciando Lampedusa a bordo della nave 'Palladio' per raggiungere Porto Empedocle, ci sono storie difficili. "Molti di loro sono stati costretti a lasciare da soli la Libia dove vivevano perche' non potevano piu' continuare a vivere in quel paese -spiega Prosperi- un nigeriano di 16 anni ha raccontato di avere vomitato per tutti e due i giorni consecutivi della traversata. Ci sono storie veramente incredibili di questi giovani che chiedono soltanto un futuro migliore".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog