Cerca

Como: delitto scritto in geni e cervello, a un processo perizia innovativa (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Gia' protagonisti della sentenza pilota di Trieste, in cui a un omicida fu ridotta la pena in appello anche per il suo particolare profilo genetico, predisponente alla alla risposta violenta, "lo psichiatra e biochiomico clinico pisano Pietro Pietrini e il neuroscienziato padovano Giuseppe Sartori - spiega l'Avvenire' - hanno compiuto uno studio approfondito dell'imputata".

Studio in cui concludono, prosegue l''Avvenire' "che si sia 'in presenza di un disturbo dissociativo di identita' e di una pseudologia fantastica', capace di ridurre 'grandemente la capacita' di intendere e di volere'".

A cio' si aggiungono, secondo i periti, "alterazioni celebrali, unite alla presenza di una specifica variazione di un gene che partecipa al controllo dell'impulsivita', le quali provocherebbero una minore abilita' nell'inibire le risposte istintive e un comportamento generalmente piu' aggressivo e antisociale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog