Cerca

Amministrative: Meta, Lega provoca il Pdl con decentramento ministeri

Politica

Roma, 13 mag. (Adnkronos) - "Questi ultimi giorni di campagna elettorale ci consegnano l'ennesima stoccata della Lega alla capitale con la proposta di decentrare i ministeri nelle citta' del nord". Lo afferma Michele Meta, capogruppo in commissione Trasporti alla Camera e membro della direzione nazionale del Pd.

"Si tratta di una mossa gia' vista e che bisogna prendere sul serio perche' non mira esclusivamente a puntellare il consenso leghista nelle roccaforti e nei Comuni dove si e' presentata da sola, per portare poi il conto a Berlusconi. Si tratta, infatti, di una minaccia seria per le prerogative e le funzioni della Capitale che non possono essere buttate nella mischia della campagna elettorale'', dice Meta.

''Quella che e' stata annunciata come 'iniziativa epocale' dai vertici della Lega non fara' altro -spiega Meta- che aggravare i costi per lo Stato, e quindi per i cittadini che rischiano di subire anche le distorsioni di un federalismo partito con il piede sbagliato. Non si migliora il funzionamento della macchina amministrativa trasferendo i ministeri dalla capitale, e lo stesso ragionamento dovrebbe valere -aggiunge Meta- anche per la Consob e per Rai 2 che la Lega avrebbe intenzione di spostare a Milano. Si tratta di provocazioni che hanno forse l'obiettivo di tirare la corda con il Pdl che dovrebbe rappresentare interessi meno locali di quelli leghisti e che esprime amministratori di primo piano come il sindaco Alemanno e la presidente Polverini, sempre piu' impotenti nei confronti di un governo a trazione leghista''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog