Cerca

Milano: De Corato, insediamenti abusivi scesi da 45 a 9

Cronaca

Milano, 13 mag. (Adnkronos)- "La diminuzione delle presente dei rom in citta', gia' confermata dal prefetto Gian Valerio Lombardi lo scorso ottobre, trova oggi riscontro documentale. La mappa del rischio della Polizia Locale che fotografa le maggiori criticita' zona per zona, e aggiornata al maggio 2011, riporta 17 insediamenti critici di nomadi tra autorizzati e irregolari. La situazione al 31 dicembre 2006 era costituita da 56 insediamenti complessivi. Piu' in dettaglio i campi autorizzati sono scesi da 12 a 8, mentre quelli abusivi da 45 a 9'' . Lo comunica il vice sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato che e' candidato al Consiglio Comunale di Milano come secondo capolista per il Popolo della Liberta'.

''Chi dice che i 535 sgomberi e l'abbattimento di oltre 2600 costruzioni illecite non sono serviti a nulla -spiega De Corato - e' nuovamente smentito. C'e' un diradamento visivo, leggendo la mappa del rischio che e' costituita da circa 40 mila segnalazioni, e che conferma quanto aveva dichiarato il prefetto Gian Valerio Lombardi lo scorso ottobre. Ovvero che da una situazione di circa 8000 nomadi abusivi in citta' raggiunta nel 2007 (in concomitanza con l'entrata della Romania nella Ue, ndr) i rom sono scesi a 1500 compresa pero' anche la provincia''.

''Stante la situazione di fluidita' e di piccoli spostamenti dei rom che continueremo a contrastare -sottolinea De Corato - (alcune decine di abusivi sono stati allontanati nelle ultime 48 ore da un'area delle Fs in via dei Pioppi/via Ercolano, da via Ajraghi, via Racconigi e via Macconago) va detto che le grandi favelas occupate da centinaia di abusivi sono state tutte smantellate. Ricordo qualche localita', Pompeo Leoni, San Dionigi 93 e 111, Bovisasca, Via Noale, via Chiaravalle, via De Lemene, Via Dudovich, Cavalcavia Bacula, via Rubattino, l'area ex Innse. Senza dimenticare che abbiamo chiuso Triboniano, il piu' grande campo di Milano, che nel 2006 era occupato da 1500 persone. E il piano concordato con il ministro dell'Interno prevede la chiusura di altre aree autorizzate''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog