Cerca

Cassazione: va multata l'indifferenza verso i cani (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Giovanni M. era gia' stato multato dal Tribunale di Lecce nel novembre 2009. Inutile il ricorso in Cassazione. Piazza Cavour - sentenza 18892 - ha sottolineato che "per la punibilita' dell'agente non si esige soltanto la volontarieta' dell'abbandono ma anche l'attuazione di comportamenti inerti incompatibili con la volonta' di tenere con se' il proprio animale". Tale "indifferenza - rilevano gli 'ermellini' - in controtendenza con l'accresciuto senso di rispetto verso l'animale in genere e' avvertita nella coscienza sociale come una ulteriore manifestazione della condotta di abbandono che va dunque interpretato in senso ampio".

A scanso di equivoci, la Suprema Corte avverte che "per abbandono non va inteso solo il mero distacco ma anche l'omesso adempimento da parte dell'agente dei propri doveri di custodia e cura e la consapevolezza di lasciare il soggetto passivo in una situazione di incapacita' di provvedere a se stesso". Il concetto della trascuratezza, "intesa come vera e propria indifferenza verso l'altrui sorte evoca l'elemento della colpa che, al pari del dolo - scrive ancora la Cassazione - rientra tra gli elementi costituitivi del reato contestato".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog