Cerca

Sanita': Bresciani (Lombardia), tagli solo al di fuori dei Lea

Cronaca

Milano, 13 mag. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - I tagli che toccheranno gli ospedali, per effetto degli obblighi imposti dal ministro dell'Economia Giulio Tremonti nell'ambito della Finanziaria, "riguardano tutte le attivita' che non sono finanziate dai Lea (Livelli essenziali di assistenza) perche' la tutela della salute non puo' essere limitata". L'assessore alla Sanita' della Regione Lombardia, Luciano Bresciani, fa il punto sull'opera di razionalizzazione dei costi che il Pirellone sta mettendo in atto "per non sfondare il Patto di stabilita'".

Un'attivita' di contenimento che sfiorera' "solo marginalmente" la sanita', garantisce l'assessore oggi a Milano, a margine dell'inaugurazione del nuovo blocco operatorio hi-tech e di una centrale geo-termica alla casa di cura Columbus dell'Istituto Suore missionarie del Sacro Cuore di Gesu'. "Al di fuori dei Lea e' in corso questa grande opera di contenimento di costi impropri, anche nella sanita'. Mi riferisco a quei costi del sistema sanitario che non producono nessun vantaggio ne' diagnostico ne' terapeutico. Ed e' grazie a questa nostra capacita' di razionalizzare che abbiamo mantenuto la parita' di bilancio per 8 anni consecutivi".

Dunque, si taglia "nelle attivita' che non servono al cittadino e che servono solo a fargli spendere soldi. Cosa che altre Regioni non fanno. Cosi' di fatto nella sanita' ci sono due Paesi diversi e questo e' acclarato. Si parla tanto di unita' legale e legislativa che si traduce nei fatti in una disunita'. Perche' alcune Regioni sono completamente diasattente alle questioni di bilancio, tanto c'e' sempre qualcuno che gli da' una mano. Col federalismo questo finira', perche' si porta chi supera l'asticella dei 1.603 euro pro capite - magari qualcosa di piu' per chi e' in fase di apprendimento - ad assumersi la responsabilita' dello sforamento e a emettere delle tasse regionali per rientrare nei ranghi. Il cottadino avra' cosi' coscienza di quello che succede". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog