Cerca

Uranio: Pd, sostegno a settore agropastorale dopo sequestro poligono Quirra

Cronaca

Roma, 13 mag. (Adnkronos) - Dopo il sequestro preventivo dell'intero poligono di Quirra, in Sardegna, disposto dalla procura di Lanusei, con il divieto di qualunque attivita' agropastorale nei dodicimila ettari della base, "e' assolutamente necessario e urgente un sostegno economico del Governo, perche' a pagare il prezzo dell'inchiesta coraggiosa e doverosa non siano gli agricoltori e gli allevatori della zona". E' quanto dichiarano i senatori del Pd Gian Piero Scanu e Francesco Ferrante, membri della Commissione d'inchiesta sull'uranio impoverito.

"Il ministro della Difesa, Ignazio La Russa ha affermato che al momento non esiste nessun nesso di causalita' tra l'utilizzo dell'uranio impoverito e i decessi - osservano i due esponenti del Partito democratico - Prendiamo atto di questa posizione e attendiamo l'esito delle indagini che facciano luce su una vicenda resa ancora piu' inquietante dopo la diffusione dei dati che hanno denunciato la morte per tumore del 65% degli allevatori dell'area".

Nel frattempo, concludono i parlamentari del Pd, "il ministero della Difesa deve farsi carico delle ricadute economiche e occupazionali dell'inchiesta, non lasciando i sindaci della zona soli a fronteggiare l'emergenza e abbandonando gli allevatori e agricoltori che dal 1956 hanno convissuto con le forze militari sui terreni di Salto di Quirra".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog