Cerca

Immigrati: lacrime e polemiche a funerali profughi morti a Lampedusa/Adnkronos

Cronaca

Lampedusa (Agrigento), 13 mag.- (Adnkronos) - (dall'inviato Elvira Terranova) - Un nastrino color viola e' appoggiato quasi con pudore su una delle tre bare in legno color noce in cui riposano i corpi dei tre profughi morti all'alba di domenica nel naufragio di Lampedusa. Con un pennello dorato c'e' scritto 'La tua mamma aspettera' per sempre il tuo ritorno'. Su un altro nastro, sulla seconda bara, si legge 'Il tuo ritorno non avverra' mai, la tua mamma'. E su un altro 'Associazione commercianti Lampedusa'.

Attorno tanti fiori. Lilium, rose bianche, gladioli. C'e' tanta commozione al cimitero di Lampedusa per i funerali dei tre giovanissimi nigeriani, rimasti senza identita', morti cadendo dal barcone incagliato sugli scogli di Cala Francese. Ci sono le autorita', a partire dal sindaco Bernardino De Rubeis con l'immancabile fascia tricolore. Ma anche i vertici isolani della Capitaneria di Porto, della Guardia di Finanza, dei Carabinieri, delle organizzazioni umanitarie. Ma soprattutto la gente comune. Un gruppo di trenta-quaranta lampedusani che non hanno voluto mancare ai funerali dei tre morti senza nome. "Anche loro hanno il diritto a una degna sepoltura", dice uno di loro. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog