Cerca

Udine: assolto segretario Cgil Friuli Venezia Giulia da imputazione di diffamazione

Cronaca

Udine, 13 mag. - (Adnkronos) - Franco Belci, segretario generale della Cgil Friuli Venezia Giulia, e' stato assolto dal Tribunale di Udine dall'imputazione di diffamazione aggravata a mezzo stampa in relazione a una querela proposta dall'allora assessore regionale alla Sicurezza Federica Segnati. L'assessore aveva chiesto 50.000 euro di risarcimento per i danni di immagine che le sarebbero derivati dalle dichiarazioni di Belci risalenti al luglio 2009.

Nel quadro della polemica legata alla legge regionale sulla sicurezza, che prevedeva anche l'istituzione delle ronde, il segretario della Cgil era intervenuto quando, dopo il rinvio della legge da parte del Governo, la Seganti aveva affermato di volerla applicare comunque. Belci aveva commentato che l'intenzione di Seganti di applicare comunque la legge "prima ancora che una prova di arroganza, e' una prova di stupidita'" e al governatore Renzo Tondo aveva chiesto di "valutare seriamente se l'assessore Seganti sia adatta al ruolo che ricopre, visto che per garantire la legalita' non si perita di ricorrere a chi quella legalita' ha violato".

Belci, difeso dall'avvocato Gianfranco Carbone, e' stato assolto perche' il fatto non costituisce reato. "Ho sempre ritenuto - questo il commento del segretario Cgil - di aver esercitato il diritto di critica politica, contestando una scelta della Seganti, senza peraltro alcuna intenzione di offenderla. Sono contento che il Tribunale lo abbia riconosciuto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog