Cerca

Roma: ingoia 20 ovuli di cocaina e si sente male, salvato da polizia

Cronaca

Roma, 13 mag. - (Adnkronos) -Si e' accasciato a terra in una via del quartiere Casilino a Roma dopo aver ingoiato 20 ovuli di cocaina. Il ragazzo di 27 anni nigeriano e' stato visto ieri sera da alcuni agenti di polizia che lo hanno accompagnato in ospedale. Dagli esami diagnostici e' risultata la presenza di cocaina nello stomaco. Il 27enne e' stato successivamente arrestato per spaccio di droga.

Sempre ieri, un 29enne romano, noto nell'ambiente con il soprannome di 'cucciolo', e' stato arrestato con l'accusa di spaccio dopo essere stato sorpreso nel quartiere Laurentino, mentre consegnava un involucro contenente 2 dosi di hashish a un tossicodipendente ricevendo denaro in cambio. All'interno del suo appartamento gli agenti hanno trovato e sequestrato 8 panetti di hashish e marijuana, per un peso totale di 250 grammi, 1 bilancino elettronico, 6 coltelli utilizzati per tagliare i panetti, 4610 euro in contanti e materiale per il confezionamento. In manette per spaccio anche due minori di 15 e 16 anni.

Fermati per un controllo a bordo di uno scooter in via dei Ginepri, i due alla vista della volante della Polizia hanno cercato di scappare, abbandonando il motorino e tentando la fuga a piedi. Bloccati all'interno di un cortile condominiale, entrambi sono stati trovati in possesso di alcune dosi di hashish. Nelle abitazioni dei minori, perquisite alla presenza dei familiari, sono state sequestrate altre dosi di hashish. Il 15enne, di origine iraniana nascondeva lo stupefacente in una scatola di profumo, mentre il 16enne, di nazionalita' ucraina, lo custodiva sul terrazzo della camera da letto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog