Cerca

P.a.: Cgia, in 8 anni meno dipendenti -3%, spesa retribuzioni +30%

Economia

Roma, 14 mag. (Adnkronos) - Tra il 2001 e il 2009 i dipendenti pubblici sono diminuiti di quasi 110.000 unita', pari ad una contrazione del 3%. Tuttavia, la spesa per le retribuzioni, in termini assoluti, e' aumentata del 30%. Al netto dell'inflazione, invece, la stessa e' stata piu' contenuta: solo, si fa per dire, dell'8,3%, che corrisponde, in termini assoluti, a circa 13 mld di euro. A sottolineare l'andamento retributivo degli statali e' il segretario della Cgia di Mestre, Giuseppe Bortolussi che, grazie al lavoro effettuato dal suo ufficio studi, ha messo a confronto il trend di spesa dei travet italiani, con quelli francesi e con quelli tedeschi.

Il numero dei dipendenti pubblici, ricorda la Cgia, e' passato da 3.637.503 unita' nel 2001 a 3.526.586 nel 2009: la riduzione e' stata di 3 punti percentuali. In termini di dotazione del personale rapportato alla popolazione, l'Italia fa registrare un valore di 58,4 dipendenti ogni 1.000 abitanti, collocandosi su una soglia vicina a quella della Germania (55,4 ogni 1.000 abitanti, per un totale di 4,5 milioni di dipendenti pubblici), che a quella della Francia (80,8 ogni 1.000 abitanti, per un totale di 5,2 milioni di dipendenti pubblici).

Tuttavia, la spesa complessiva per le retribuzioni del settore pubblico e' continuata a crescere, sia in rapporto al Pil, sia in valore assoluto. Tra il 2001 e il 2009 la spesa per il personale pubblico in Italia e' passata dal 10,5% all'11,2% del Pil (+0,7 punti percentuali), attestandosi, nel 2009, sui 171 mld di euro. Il costo dei travet francesi, invece, e' rimasto stabile ed in Germania e' addirittura calato di 0,5 punti percentuali. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog