Cerca

Roma: tiene fidanzata sospesa nel vuoto da 13esimo piano e poi la violenta

Cronaca

Roma, 14 mag. - (Adnkronos) - Una ragazza di 25 anni e' stata tenuta sospesa nel vuoto dal 13esimo piano dal fidanzato ubriaco che voleva spaventarla. L'uomo l'ha poi tenuta segregata, denudata, umiliata e violentata per oltre un giorno. L.M., 39 anni romano, e' stato fermato per sequestro di persona, violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia.

E' stato solo dopo l'ennesimo episodio di violenza che la donna ha finalmente trovato la forza di denunciare il suo aguzzino. Ricoverata e dimessa con alcuni giorni di prognosi al Policlinico Umberto I, ieri sera la giovane si e' presentata presso gli uffici del commissariato San Basilio, diretto da Adriano Lauro, dove ha raccontato la sua storia. Da circa 8 mesi aveva intrapreso una relazione sentimentale con L.M. 39enne romano, e fin dalle fasi iniziali del rapporto, l'uomo si era manifestato violento.

Frequenti cambiamenti d'umore caratterizzati da minacce, aggressioni e costrizioni anche fisiche, continue telefonate, sempre piu' incalzanti anche a causa dell'assunzione da parte dell'uomo di sostanze alcoliche e stupefacenti, avevano finito per renderle la vita impossibile. Ogni volta che la donna aveva provato a lasciarlo, lui l'aveva convinta a tornare sui suoi passi dichiarandosi vittima a sua volta, di una situazione familiare complicata in quanto padre separato. Ormai piegata agli atteggiamenti violenti di L.M., la donna con il passare del tempo e' diventata sempre piu' incapace di ribellarsi, tenuta soggiogata con minacce di morte. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog