Cerca

Nautica: segnali ripresa per produttori italiani grandi yacht (2)

Economia

(Adnkronos) - "I motivi - precisa Pollicardo - sono due. Il mercato mondiale si e' ampliato. La crisi c'e' stata e per alcuni c'e' ancora, hanno sofferto Usa ed Europa, ma alcuni paesi intanto sono cresciuti e al loro interno si e' formata una classe di nuovi ricchi, orientati vero consumi di lusso. Per i grandi yacht sono comparsi nuovi mercati di sbocco in Brasile, Messico, India, Cina, Singapore, Corea del Sud, anche in Medio Oriente".

"E' un fenomeno importante - evidenzia - ma da considerare con cautela. Un mercato cosi' vasto avra' anche effetti selettivi sull'offerta, premiera' i cantieri piu' strutturati, con una rete di vendita e una capacita' progettuale tali da poter raggiungere e accontentare clienti in tutto il mondo. Altra leva per la ripresa e' la contrazione del parco delle barche usate".

"In questo periodo - aggiunge - sono aumentate le vendite dell'usato, nel 2010 erano salite del 10% rispetto al 2009, nei primi quattro mesi del 2011 del 20% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Il parco delle imbarcazioni di seconda mano si e' quindi ridotto e oggi dispone di belle offerte molto meno di prima''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog