Cerca

Omicidio Rea: domani l'ultimo saluto a Somma Vesuviana, nessuna audizione figlia/Il punto

Cronaca

Ascoli Piceno, 15 mag. - (Adnkronos) - Un mese di indagini, sopralluoghi, esami ma e' ancora giallo sull'omicidio di Melania Rea, scomparsa il 18 aprile e ritrovata uccisa due giorni dopo nel bosco di Ripe di Civitella, nel teramano. Indiscrezioni e ipotesi si susseguono senza dare ancora un nome all'assassino della giovane mamma di 29 anni, originaria della Campania.

Domani la comunita' di Somma Vesuviana, paese di origine di Melania, si stringera' intorno alla famiglia Rea per l'ultimo saluto a Melania. Alle 15 nella chiesa di Santa Maria del Pozzo a Somma Vesuviana, nel napoletano, si celebreranno i funerali. Per l'occasione l'amministrazione del comune di origine della vittima ha predisposto un particolare servizio d'ordine ma non ci sara' il lutto cittadino. Un nulla osta da parte della Procura alla restituzione della salma alla famiglia e' arrivato solo dopo il completamento del secondo esame autoptico sul corpo di Melania per approfondire alcuni particolari della precedente indagine.

Sul fronte delle indagini gli investigatori sono intervenuti oggi per smentire le notizie di stampa che ipotizzavano un'audizione della figlia della vittima, si soli 18 mesi. "E' una notizia priva di fondamento - ha sottolineato all'ADNKRONOS il comandante provinciale dei Carabinieri di Ascoli Piceno, colonnello Alessandro Patrizio - che sentiamo di dover smentire: non e' in programma nessuna audizione protetta della figlia di Salvatore Parolisi e Melania Rea". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog