Cerca

Letteratura: e' morta Trotzig, la poetessa che sceglieva i Premi Nobel

Cultura

Stoccolma, 16 mag. - (Adnkronos) - La scrittrice e poetessa Birgitta Trotzig, una delle figure di maggior rilievo della letteratura svedese contemporanea, e' morta sabato sera a Stoccolma all'eta' di 81 anni dopo una lunga malattia. L'annuncio della scomparsa e' stato dato dall'Accademia Reale di Svezia, di cui Trotzig faceva parte dal 1993 occupando la poltrona numero sei. In questa veste, Trotzig era considerata ''la signora del Nobel'', facendo parte come accademica svedese della ristretta cerchia che ogni anno decide i vincitori del Premio Nobel della Letteratura.

Convertitasi dal luteranesimo al cattolicesimo nei primi anni Cinquanta, l'opera narrativa e poetica di Trotzig e' segnata da ''una religiosita' esistenziale''. Ha scritto diversi romanzi e raccolte di poesie (tra cui spiccano ''Immagini'' del 1954 e ''Anima'' del 1982) dove - spinta dalla sua forte fede cattolica e da una potente impronta visionaria - affronta temi a lei cari, quali: la morte, la resurrezione e l'amore.

Nata a Goteborg l'11 settembre 1929, Birgitta Trotzig e' autrice di racconti e romanzi di rara forza e suggestione, come ad esempio ''Vivi e morti'', ''La malattia'' e ''La figlia del Re rospo'', stampati a Stoccolma, rispettivamente nel 1964, 1972 e 1985, dall'editore Bonnier, lo stesso che ne ha pubblicato le quattro maggiori raccolte poetiche. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog