Cerca

Animali: Enpa parte civile contro donna che lascio' cane in auto al sole

Cronaca

Roma, 16 mag. (Adnkronos) - L'Ente Nazionale Protezione Animali (Enpa) si costituira' parte civile nel procedimento a carico di una donna che a Torino ha abbandonato il suo cane nell'auto esposta al sole, causandone la morte per asfissia. "E' stupefacente che, nonostante gli appelli, le campagne di informazione e sensibilizzazione, si ripetano episodi del genere", ha riferito in una nota Giovanni Pallotti, presidente della sezione di Torino dell'Ente.

Lasciare un cane in un'autovettura, anche se per poco tempo e con i finestrini parzialmente abbassati, equivale a una condanna a morte: un solo minuto - si legge ancora nella nota - e' sufficiente per trasformare l'abitacolo in un vero e proprio forno con una temperatura che puo' raggiungere rapidamente i 70 gradi. "Ogni anno, con l'approssimarsi dei primi caldi, i nostri volontari ricevono numerose segnalazioni di questo tipo. A volte riescono a intervenire per il rotto della cuffia, altre pero' non possono far altro che constatare il decesso dell'animale", continua Pallotti.

La Protezione Animali consiglia di lasciare il proprio cane al fresco della sua cuccia, con una ciotola di acqua fresca sempre a disposizione, se si dovesse uscire per fare delle commissioni. Se invece fosse indispensabile portarlo con se' - prosegue la nota dell'ente - mai lasciarlo all'interno dell'automobile. Del resto, rispetto al passato, i tempi sono cambiati e sono numerosi i pubblici esercizi che accettano gli animali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog