Cerca

Mostre: Firenze, il lusso borghese creato dall'Opificio delle Pietre Dure (3)

Cultura

(Adnkronos) - I Savoia stessi, ai quali e' dedicata una sezione della mostra, incentivarono questa attivita' squisitamente fiorentina, come attestano gli arredi che negli anni di Firenze capitale e in seguito andarono ad arricchire la reggia di Pitti, ma anche quella di Lisbona, dove dal 1862 regno' Maria Pia di Savoia. Quale futuro allora per un Opificio appassionato di una tradizione che non gli consentiva di sopravvivere? Una riconversione radicale, che gia' prima della fine del secolo destino' artefici e risorse tecniche alla nascente attivita' di restauro del patrimonio artistico nazionale, aprendo la via al futuro e tuttora vitale Opificio delle Pietre Dure.

E' su questo nobile congedo dal passato che la mostra si chiude, senza tralasciare le testimonianze recenti del persistere di una manualita' preziosa come i materiali di cui si serve, e che l'Opificio e' riuscito a salvaguardare fino a oggi.

La mostra e' stata promossa dal Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali con la Soprintendenza Speciale per i Beni Artistici e Storici ed Etnoantropologici e per il Polo Museale della citta' di Firenze, la Galleria d'arte moderna, Firenze Musei e dall'Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog