Cerca

M.O.: a Firenze musulmani ed ebrei insieme per la pace

Cronaca

Firenze, 16 mag. - (Adnkronos) - Fuori dal luogo comune dell'incomunicabilita' tra arabi e israeliani, della ineluttabilita' di un conflitto, dell'inconciliabilita' fra religioni diverse. E' il dato piu' significativo uscito dal convegno ''Le Religioni per il dialogo e la pace: per il futuro dell'Europa'' che si e' tenuto al Cenacolo Andrea del Sarto di Firenze per iniziativa dell'associazione Politica e Societa'.it presieduta da Vannino Chiti, al quale hanno partecipato l'imam Yahya Pallavicini, vicepresidente della Coreis italiana e consigliere del ministro dell'Interno nel Comitato per l'Islam italiano; Izzedin Elzir, Imam di Firenze e Presidente delle Comunita' Musulmane Italiane; Joseph Levi, Rabbino Capo della Comunita' Ebraica di Firenze; il Rabbino Marc Schnenier del World Jewish Congress North America e Presidente della Foundation for Ethnic Understanding e il vicesindaco di Firenze Dario Nardella.

L'interrogativo di fondo era quale possa essere il ruolo delle religioni in un processo di distensione che da un lato vede le inquietudini dell'intero Nord Africa e dall'altro la ricerca di una nuova dimensione della stessa Europa.

''I moti spontanei del Nord Africa sono il frutto di un processo di maturazione dei principi e dei valori della democrazia che ha segnato quei popoli, soprattutto i giovani con un elevato livello d'istruzione e gli immigrati di ritorno da esperienze all'estero in paesi democratici''. Cosi' si e' espresso il Vice Presidente del Senato, Vannino Chiti (Pd), concludendo il confronto. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog