Cerca

Carceri: Osservatorio, in 48 ore due suicidi e una morte per cause 'da accertare'

Cronaca

Roma, 16 mag. - (Adnkronos) - ''Il carcere continua a fare vittime: in 48 ore due suicidi e una morte per cause 'da accertare'''. Gli ultimi dati sulle morti in carcere sono forniti dall'Osservatiorio permanente sulle morti in carcere, formato da Radicali Italiani, Associazione 'Il detenuto ignoto', Associazione ''Antigone'', Associazione 'A buon diritto'', redazione ''Radiocarcere'' e redazione ''Ristretti Orizzonti''. ''Da inizio anno nelle carceri italiane si sono tolti la vita 24 detenuti e 3 poliziotti - ricorda l'Osservatorio - mentre altri 40 detenuti sono morti per cause 'naturali' (ma in 17 casi sono state aperte inchieste, volte all'accertamento dei fatti): nel complesso le 'vittime' del sistema penitenziario sono state 67''.

''Rispetto al 2010 si e' abbassata l'eta' media dei morti (35 anni contro 37) - sottolinea la nota - mentre la frequenza media dei decessi (0,51 al giorno contro 0,53) e' pressoche' invariata e rimane superiore alla media del decennio (0,45 al giorno). I tentati suicidi tra i detenuti sono stati 337, gli atti di autolesionismo 1.858, gli scioperi della fame (e/o della sete) individuali 1.964, le risse 17, le colluttazioni 508, i ferimenti dolosi 139, gli infortuni 'accidentali' 1.133, le aggressioni nei confronti di agenti 174, gli isolamenti per motivi disciplinari 67.

''Dal 2000 a oggi nelle carceri italiane sono morti 1.800 detenuti, di cui 650 per suicidio - conclude la nota - Nello stesso periodo di tempo si sono uccisi anche 87 poliziotti penitenziari, 1 direttore di istituto (Armida Miserere, nel 2003 a Sulmona) e 1 dirigente regionale (Paolino Quattrone, nel 2010 a Cosenza).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog