Cerca

M.O.: a Firenze musulmani ed ebrei insieme per la pace (5)

Cronaca

(Adnkronos) - Un tema quello delle minoranze e della diversita' ritenuto decisivo per il futuro dell'Europa. ''La paura dell'altro - afferma il rabbino Marc Schnenier - va capovolta, mettendo l'accento sull'impegno dell'uno per l'altro. Noi lavoriamo perche' gli ebrei si impegnino per i problemi degli islamici e i musulmani per i problemi degli ebrei: questo fa diventare autentiche le parole. Ci siamo riusciti in America, nel Canada, e ora proviamo a portare questa formula in Europa, dove le comunita' ebraiche stanno combattendo insieme alle comunita' islamiche contro l'islamofobia e viceversa. Si deve capire che le persone che lottano per i loro diritti sono rispettate quando lottano per i diritti di tutti. Mantenere questa visione, - aggiunge Schnenier - perche' solo vedendo l'umanita' dell'altro possiamo sentirla per noi stessi''.

Grandi questioni, queste, che poi vanno vissute nel quotidiano, nel rapporto con i cittadini ed e' li' che cominciano altre difficolta' nel costruire l'Europa dei cittadini secondo il vice sindaco di Firenze Dario Nardella.

''A piu' riprese le citta' sono state protagoniste nella costruzione dell'Europa - sottolinea infatti Nardella - e oggi tornano ad esserlo. E' nella dimensione locale delle realta' contadine che si possono trovare le soluzioni di convivenza sociale, civile, religiosa offrendo modelli attuabili. Le istituzioni comunitarie e il mondo delle religioni possono dare un grande sostegno al processo di integrazione europea anche dal punto di vista culturale oltre che politico, se evidenziano il ruolo delle citta' riconoscendone potenzialita' di risposta''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog