Cerca

Napolitano a Betlemme: ''I palestinesi avranno un ambasciatore a Roma''

Politica

Roma, 16 mag. (Adnkronos) - "Ho il mandato di annunciarvi la decisione del governo, accolta da me con grande compiacimento, di elevare la delegazione dell'Autorità Palestinese in Italia a missione diplomatica. Il capo missione viene di conseguenza accreditato presso il Quirinale con rango di Ambasciatore palestinese a Roma". Con queste parole, come si legge sul sito del Quirinale, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, a Betlemme nel secondo giorno del suo viaggio in Israele e nei Territori, ha annunciato che i palestinesi saranno rappresentati da un ambasciatore a Roma.

"Noi vogliamo - ha sottolineato Napolitano nelle dichiarazioni alla stampa dopo l'incontro con Abu Mazen - che l'Italia rimanga e diventi sempre di più ponte tra l'Italia e il mondo arabo che cambia. Siamo sempre fortemente impegnati per contribuire, come possiamo, alla costruzione della pace tra Israele e il popolo Palestinese con la creazione di uno Stato Palestinese indipendente accanto allo Stato d'Israele".

Nell'intervento di apertura, a Gerusalemme, del convegno 'Italia-Israele, gli ultimi 150 anni insieme', il capo dello Stato ha dichiarato: il Medio Oriente è "attraversato da fermenti convulsi e spesso indecifrabili", che però sono "sicuramente rappresentativi di una aspirazione sincera dei popoli e delle nazioni alla libertà e alla affrancamento dall'autocrazia e dall'oscurantismo''.

La storia di Italia e Israele "è intrecciata in modo speciale e ineludibile": "alla radice di entrambi i processi unitari - ha osservato - c'è la coscienza di una identità mai sopita, sia pure in popoli che avevano vissuto per millenni in una condizione di divisione e dispersione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog