Cerca

Casa: Filippini (Venezia), Comune contrario all'occupazione (2)

Cronaca

(Adnkronos) - ''Ma riconosco che determinati criteri di assegnazione, previsti dalla legge regionale, sono vecchi, e non fotografano l'attuale realta' lavorativa in cui, soprattutto i giovani, hanno redditi precari, lavori intermittenti, contratti a tempi determinato, a causa dei quali non riescono nemmeno ad accedere ai bandi casa'', ha spiegato.

L'assessore ha poi illustrato l'attuale situazione abitativa: ''Sono circa 3.000 - ha ricordato - le persone della graduatoria comunale per un alloggio pubblico. Con gli attuali tagli, sono aumentate le difficolta' in quanto disponiamo di meno risorse, sia per il contributo all'affitto, che per le ristrutturazioni degli appartamenti (quest'anno sono 3,5 milioni di euro, rispetto ai 6 milioni degli anni precedenti). Eppure Venezia possiede un grande patrimonio pubblico, ricco di 12.000 case, di cui 10.000 di proprieta' del Comune e dell'Ater. Spesso, purtroppo, i residenti di queste abitazioni hanno redditi cosi' bassi da non riuscire a versare anche pochi euro di affitto. Comunque l'azione del Comune, per rispondere al bisogno abitativo, si muove lungo due direttive: la costruzione di nuovi alloggi (a breve saranno pronti 140 alloggi a Mestre), e la riqualificazione della citta' con gli attuali interventi alle Vaschette e ad Altobello.''

Filippini ha infine invitato tutte le parti (Comune, Ater, Agenzia per la casa e sindacato inquilini), a passare dalla fase dello scontro a quella dell'incontro, per riuscire a costruire proposte e soluzioni migliori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog