Cerca

Livorno: giovedi' convegno ''Terrorismo, memoria, democrazia''

Cronaca

Livorno, 17 mag. - (Adnkronos) - ''Discutere in una terra rossa delle vittime del terrorismo, evidenziando il sacrificio di molti servitori dello stato e appartenenti alle forze dell'ordine in una terra bagnata dal sangue di troppe vittime'': e' partita da questo intento, la Giovane Italia di Livorno, per organizzare il convegno ''Terrorismo, memoria, democrazia'' in agenda per il prossimo giovedi' 19 maggio, alle ore 15, proprio a Livorno, presso la Sala della Provincia in piazza del Municipio 4.

L'incontro, moderato dal giornalista de ''La Stampa'' Luciano Borghesan, mettera' al centro la voce delle vittime dando la parola a Giovanni Berardi dell'Associazione italiana Vittime del terrorismo e a Lorenzo Conti, il figlio dell'ex sindaco di Firenze Lando Conti ucciso dalle Br in un agguato mortale alle porte della citta' che oggi e' l'anima della Fondazione Cielo Stellato. A introdurre i lavori ci saranno i consiglieri regionali del Pdl Marco Taradash e Tommaso Villa (coordinatore regionale della Giovane Italia), il consigliere comunale Pdl e vicesegretario regionale dell'Ugl-Polizia Andrea Romiti e i coordinatori comunale e provinciale della Giovane italia Alessandro Perini e Dario Marzini.

''Con questa iniziativa - spiega Villa - come Giovane Italia ma anche come Pdl puntiamo a tutelare la memoria delle vittime del terrorismo per difendere la democrazia e la liberta' di oggi. Per questo giovedi' saremo tutti nella Sala del Consiglio provinciale: per non dimenticare le vittime e ravvivare in ciascuno di noi la loro memoria, convinti che il terrorismo, nuovo e vecchio, vada debellato. Ai giovani il compito di piantare i semi di una nuova generazione libera, in cui la politica sia fatta di confronto magari anche forte e serrato ma mai, proprio mai, fondato sulla violenza e sugli omicidi. A partire da qui''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog