Cerca

Turismo: uno spot pieno dei colori della Toscana per attirare i lgbt

Cronaca

Firenze, 17 mag. - (Adnkronos) - ''In Tuscany not everything is straight'', e' questo il richiamo dello spot di Toscana Gay Friendly, progetto dedicato al turismo gay promosso dalla Regione Toscana e gestito da Fondazione Sistema Toscana (con il supporto di Gay.it), presentato in occasione della giornata internazionale contro l'omofobia.

In Toscana non tutto e' diritto, racconta lo spot, giocando sul doppio senso della parola straight che in inglese significa diritto, ma anche eterosessuale, secondo la terminologia in uso nella comunita' lgbt. Prima una pennellata di azzurro accarezza il David, il giallo sottolinea il profilo di ponte Vecchio, il viola ridisegna piazza Anfiteatro Lucca, e poi ancora il giallo segue la strada tra cipressi a San Quirico d'Orcia, e via cosi' con la spiaggia di Torre del Lago, il muro di Baj a Pontedera, la statua di Botero a Pietrasanta, piazza del campo a Siena, il Golfo di Baratti, il murales di Keith Hearing a Pisa. Fino ad arrivare alla Torre di Pisa, perfetto esempio di ''not straight''.

Una fascia di colori che richiama l'arcobaleno attraversa i paesaggi piu' belli della nostra regione e ne sottolinea piazze e monumenti. Il breve filmato e' firmato da Simone Marchi, il montatore del documentario sulla morte di Federico Aldrovandi ''E' stato morto un ragazzo'', vincitore del David di Donatello 2011. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog