Cerca

Sanita': a Firenze diagnostica in rete per ridurre le liste di attesa (3)

Cronaca

(Adnkronos) - Attraverso un sito apposito sara' infatti possibile avere in tempo pressoche' reale chiarimenti sull'appropriatezza diagnostica di una richiesta. La radiologia e' spesso il ''collo di bottiglia'' nel percorso di cura di un paziente, ma e' anche la piattaforma della di agnosi e del follow up.

E tante - concordano i radiologi - sono le prestazioni inutili, che potrebbero essere evitate, consentendo di abbreviare notevolmente i tempi per quelle che invece sono assolutamente indispensabili. Un esempio: la risonanza magnetica al ginocchio per chi ha piu' di 65 anni. Gli esperti dicono unanimemente che non ha senso, perche' l'anatomia modificata del ginocchio lo rende un esame scarsamente informativo. Eppure di questo esame c'e' una richiesta molto alta.

''Razionalizzazione non vuol dire razionamento - chiarisce il dottor Ilario Menchi, direttore del Dipartimento di Diagnostica per Immagini di Careggi e direttore del Dipartimento Interaziendale di Diagnostica per Immagini - Non certo negare, ma ''ricollocare'' certe prestazioni, alla fine diventa virtuoso. E' necessario definire quali sono gli esami che devono stare nelle liste di attesa: un esame oncologico e uno al ginocchio n on possono essere considerati uguali. Ed e' ugualmente utile fare tutti le stesse cose, nello stesso modo, in maniera che il nostro prodotto diventi leggibile e confrontabile da parte di tutti. Sono logiche di ottimizzazione, per servire meglio i pazienti, e anche di risparmio''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog