Cerca

Milano: Lega tra delusione e 'mea culpa', tregua fino a ballottaggio/Adnkronos

Politica

Roma, 17 mag. (Adnkronos) - La Lega promette tregua fino al ballottaggio. Fino al 29 maggio ci impegneremo per vincere a Milano, fanno sapere dalle parti di via Bellerio, ma dopo, ogni scenario resta aperto, soprattutto in caso di sconfitta. Una nuova batosta nella 'nostra capitale', spiegano, non sarebbe affatto digerita da Umberto Bossi e a quel punto si vedra' cosa fare con l'alleato di sempre, Silvio Berlusconi. La tentazione di avere 'mani libere', dunque, resta sempre sullo sfondo, con grande preoccupazione per il premier che dovrebbe avere contatti oggi con il leader del Carroccio.

Il presidente del Consiglio rientrera' a Roma dopo pranzo (ieri sera ci sarebbe stata una telefonata tra i due leader dopo il voto) e fara' il punto della situazione con i vertici del Pdl. Il Cavaliere teme ripercussioni sul rapporto con il Senatur (che dara' filo da torcere sul rimpasto e il decreto blocca-ruspe in Campania) e tutto si giochera' nei prossimi giorni. Ora Bossi deve fare i conti innanzitutto con lo scontento della sua 'base', che non lo ha premiato alle urne.

Bruciano soprattutto i risultati di Gallarate e Varese, dove il partito ha arrancato molto.La Lega se la prende con il Pdl e il Cavaliere, perche' la personalizzazione della campagna elettorale non e' piaciuta al suo elettorato, ma fa anche 'mea culpa' su come e' stata gestita, per esempio, l'emergenza immigrazione. Senza contare gli attriti interni legati alla leadership e alla strategia politica. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog