Cerca

Firenze: domenica prossima la decima Marcia di Barbiana

Cronaca

Firenze, 17 mag. - (Adnkronos) - "Marceremo con e per i nostri figli: per il loro futuro, mai come ora cosi' incerto, perche' si realizzino le loro legittime aspirazioni e i loro diritti di persone e di cittadini alla cultura, alla liberta', alle opportunita'. Marceremo perche' ai giovani siano proposti modelli di societa' non basati sull'apparire e sull'avere ma soprattutto sull'essere persone. Marceremo per i nostri insegnanti che nell'impegno quotidiano ci aiutano a crescere i nostri figli, con passione e senso civico. Marceremo perche' la scuola sia riconosciuta come uno dei pilastri della Nazione e non sia guardata solo in termine di costi". Queste alcune delle parole che si leggono nell'appello della decima Marcia di Barbiana, fissata per domenica 22 maggio prossimo.

La Marcia e' stata presentata questa mattina a Firenze in una conferenza stampa alla quale hanno preso parte la vicepresidente della Regione Toscana Stella Targetti, l'assessore provinciale alla Pubblica Istruzione Giovanni Di Fede, il sindaco di Vicchio Roberto Izzo, l'assessore alla Cultura del Comune di Vicchio Nicola Cipriani e Claudio Ascoli della compagnia teatrale Chille de la Balanza.

''La marcia di Barbiana, quest'anno impreziosita dallo spettacolo teatrale su 'Lettera a una professoressa', attualizza il messaggio di don Milani e ci fa riflettere sull'idea di scuola che vogliamo'' - hanno detto ad una voce la vicepresidente della Regione Stella Targetti, l'assessore provinciale all'Istruzione Giovanni Di Fede e il sindaco di Vicchio Roberto Izzo - A tanti anni di distanza il pensiero di don Milani non smette di accendere dibattiti e discussioni sul ruolo della scuola come strumento per coltivare le coscienze, come percorso verso il lavoro o come momento di formazione della personalita'''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog