Cerca

Firenze: cooperative, con nuovi orari carico-scarico merci saltano consegne

Economia

Firenze, 17 mag. - (Adnkronos) - ''Danni alle aziende di trasporto, alle attivita' commerciali e agli alberghi. Il nuovo orario per il carico-scarico merci non sta creando soltanto generici disagi, ma ha gia' ricadute economiche negative''. Cosi' Legacoop Servizi Toscana, che ha tra le cooperative aderenti importanti imprese di logistica e trasporti con migliaia di lavoratori, denuncia i problemi provocati dalle nuove regole introdotte dal Comune di Firenze sul carico e scarico merci nel centro storico. A parlare, a nome anche di Confcooperative e Agci, le altre due centrali cooperative, e' il responsabile Logistica e Trasporti di Legacoop Servizi Giovanni Giuliacci.

''In questi primi due giorni del nuovo sistema sono saltate diverse forniture - dice Giuliacci - perche' chi deve consegnare le merci non ce la fa a portarle tutte a destinazione in un'ora e mezzo. E il problema piu' grave riguarda i generi alimentari deperibili: alcuni alberghi e attivita' commerciali non hanno potuto ricevere latticini, pesce, carne. I danni economici insomma ci sono gia' e sono destinati ad aggravarsi, se il Comune non rivedra' la sua decisione''.

Il rischio, secondo Legacoop Servizi e le associazioni di settore delle altre due centrali cooperative, e' che aumentino il numero di furgoni che si muovono nel centro storico e il prezzo delle forniture. ''Appurato che in un'ora e mezzo e' impossibile fare tutte le consegne che si facevano finora - spiega Giuliacci - cio' che succedera' e' facilmente prevedibile. I fornitori utilizzeranno piu' mezzi per riuscire a fare in tempo tutte le consegne, o aumentera' il numero dei fornitori che operano nel centro storico, con le conseguenze sul traffico e sull'ambiente che si possono immaginare''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog