Cerca

Fifa, idea di Blatter in vista delle elezioni: "Inserire quote rosa nell'esecutivo"

Sport

Zurigo, 17 mag. - (Adnkronos/Dpa) - Sicuro della sua vittoria nelle prossime elezioni, il presidente in carica della Fifa, Joseph Blatter, vuole riformare l'organismo con una quota femminile all'interno del comitato esecutivo, una valorizzazione della commissione etica ed una migliore comunicazione verso l'esterno. Il governo della Fifa da' "un'immagine di un club maschile, con 24 membri uomini", ha ammesso Blatter in un'intervista alla dpa. "Dovremmo cambiare lo statuto, e le donne dovrebbero far parte del nostro comitato esecutivo. Dovremmo esigere una quota femminile e portarlo a 25 membri". "Dobbiamo lavorare in modo piu' professionale", la promessa del dirigente 75enne in caso di vittoria alle elezioni del 1 giugno nel Congresso di Zurigo.

Blatter attende la votazione, nella quale affronta il qatariota Mohamed bin Hammam, con ottimismo. "Non posso perdere le elezioni", ha detto con sicurezza. Oceania, Europa e le confederazioni di Sudamerica e Africa hanno gia' dichiarato il loro supporto allo svizzero. Incerto l'appoggio a Blatter da parte della Confederazione dell'America del Nord, centrale e dei caraibi, il cui presidente, Jack Warner, non si e' pronunciato apertamente. Sembra tuttavia che in blocco appoggera' il presidente in carica per assicurargli il suo quarto mandato. L'Asia sembra quella che votera' maggiormente per Bin Hammam.

Blatter ha poi parlato delle accuse di corruzione contro alcuni alti dirigenti della Fifa, in occasione della scelta della sede dei Mondiali del 2018 e del 2022. Il numero uno della Fifa, se rieletto, ha promesso che applichera' la "tolleranza zero". Per questo, secondo l'elvetico, gli organi giuridici e disciplinari gia' esistenti devono essere rafforzati. "La Fifa deve usare in maniera piu' efficiente e sviluppare gli strumenti che possiede gia'. La commissione etica deve ottenere un'altra categoria", ha chiarito Blatter che si e' detto anche "doppiamente rattristato" per le recenti accuse di Lord Triesman, l'ex presidente della Football Association inglese, che ha detto che quattro membri della Fifa hanno chiesto tangenti per sostenere la candidatura dell'Inghilterra per i Mondiali del 2018. "In primo luogo perche' queste accuse danneggiano l'immagine della Fifa. In secondo luogo perche' queste accuse sono state fatte ora", ha detto.

"Per quanto riguarda le persone che si siedono nel mio comitato esecutivo, sono eletti dalle confederazioni, e su di loro non ho alcuna influenza", ha aggiunto lo svizzero che ha anche respinto le critiche del candidato rivale Bin Hammam sul suo eccessivo potere e sulla decisione di dare "arbitrariamente" 20 milioni di euro all'Interpool per affrontare il tema delle partite truccate e delle scommesse illegali. "In realta' mi ha applaudito per questo", ha detto Blatter.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog