Cerca

Comunali: la scuola e poi il comune, a 19 anni e' il sindaco piu' giovane d'Italia

Politica

Roma, 17 mag. (Adnkronos) - "Mi sono candidato per poter continuare l'operato di mio padre". Salvatore Paradiso ha le idee chiare, a diciannove anni si ritrova sindaco di Bonea, 1500 anime nel beneventano, dopo i due mandati consecutivi di papa' Gennaro. "La legge non gli consentiva di ripresentarsi per un terzo mandato e cosi' sono sceso in politica, per il bene del mio paese", racconta all'Adnkronos.

Il candidato piu' giovane alla carica di primo cittadino di queste elezioni ce l'ha fatta a strappare il consenso dei suoi cittadini. Poco piu' dell'83% degli elettori si e' presentato alle urne e la sua lista - non a caso 'Continuita' e Progresso' - ha conquistato 471 voti, pari al 42,7%. Gli altri due candidati si sono fermati a 409 e a 224 voti. Anche la campagna elettorale si e' svolta nel nome del padre. "Lui faceva propaganda sul suo governo di questi dieci anni, io osservavo e imparavo", continua il neosindaco. "Sono consapevole di essere molto giovane, prima di ora non avevo mai fatto politica, ma a casa mia e' sempre stata il pane quotidiano", confessa il primo cittadino di Bonea.

I festeggiamenti sono andati avanti anche stamattina a scuola dove e' stato festeggiato da compagni e professori. "Lo studio resta la mia strada, ho la maturita' scientifica a giugno, poi vedremo. Entrero' in municipio prima della fine dell'anno scolastico per continuare nell'amministrazione Paradiso a Bonea", conclude Salvatore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog