Cerca

Fassino: ''La mia candidatura ha conquistato voti anche nel centrodestra''

Politica

Torino, 17 mag. (Adnkronos/Ign) - Piero Fassino è il nuovo sindaco di Torino. A scrutini conclusi (919 sezioni su 919), secondo i dati definitivi del Viminale, il candidato del centrosinistra, con il 56,6% e 255.242 preferenze, si è aggiudicato la vittoria delle amministrative. Il suo sfidante, Michele Coppola, candidato del centrodestra, si è fermato al 27,30%, con 122.982 preferenze. Il candidato del Movimento 5 stelle, Vittorio Bertola, ha ottenuto invece il 4,97%, seguito dal candidato del Terzo Polo, Alberto Musy, con il 4,86%.

"La città si è riconosciuta nella mia candidatura, evitando il rischio di dispersione e frammentazione e il risultato ottenuto conferma l'attrattiva della mia candidatura anche fra gli elettori del centrodestra" ha sottolineato il neo sindaco, ricordando che a dimostrarlo sono "i 30mila voti in più che la mia candidatura ha ottenuto rispetto alla coalizione".

Sottolineando poi che il centrosinistra "ha vinto in tutte le dieci circoscrizioni cittadine", Fassino ha richiamato "lo splendido risultato ottenuto dalla coalizione", a cominciare dai voti conquistati dal Pd e dai moderati. "Dal voto emerge un dato politico inoppugnabile - ha detto ancora - è stata premiata l'esperienza amministrativa di questi anni e una sinistra che sa governare, che ha un profilo riformista riconoscibile, che non ha paura di rischiare ed ha l'ambizione di fare del cambiamento il motore dello sviluppo".

Quanto al centrodestra "c'è stato un secco arretramento, in un anno, per esempio la Lega ha perso a Torino 10mila voti, un dato confermato dal fatto che nelle roccaforti del centrodestra, come Novara e Vercelli, si andrà al ballottaggio. C'è stato, dunque, uno smottamento elettorale del centrodestra accompagnato da un successo del centrosinistra che conferma che si sta delineando un nuovo scenario politico".

Per Fassino ''da oggi comincia una sfida appassionante. Da domani mi metterò al lavoro per definire le linee programmatiche che sottoporrò al Consiglio comunale e alla Giunta''. Il neoeletto ha quindi ribadito, come aveva già annunciato durante la campagna elettorale, che la Giunta sarà composta al 50% da donne: ''In prevalenza ci saranno energie giovani ed espressione della coalizione che mi ha sostenuto, ma anche esponenti della società civile e saranno privilegiate innanzitutto le competenze''.

Ed ha concluso ricordando che nei prossimi giorni avvierà una serie di consultazioni con i partiti della coalizione ma anche una serie di incontri costituzionali con i presidenti di Regione e Provincia di Torino, Roberto Cota e Antonio Saitta. ''Il mio metodo di ascolto che ha caratterizzato tutta la campagna elettorale sarà il mio metodo di governo'' ha assicurato.

Fassino ha poi riferito che il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, gli ha telefonato per congratularsi della vittoria. "Il capo dello Stato - ha detto - da Gerusalemme mi ha chiamato per manifestarmi amicizia e soddisfazione".

Venerdì sera in piazza Carlo Alberto la festa per l'avvenuta elezione aperta a tutta la cittadinanza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog