Cerca

Amministrative: Franceschini, ora una partita comune delle opposizioni

Politica

Roma, 17 mag. - (Adnkronos) - ''Quella dell'unita' del partito e' una indicazione che i nostri elettori ci danno da tempo. E soprattutto dopo una vittoria in sfide cosi' importanti serve un partito unito, che resti unito anche dopo i ballottaggi. In questo momento i risultati positivi aiutano l'unita' interna, ma se c'e' una cosa chiara e' che i nostri elettori non ci hanno perdonato la litigiosita' interna. Quindi bisogna davvero voltare pagina.''. Lo dice il capogruppo Pd alla Camera Dario Franceschini, ospite di 'Una domanda a...', sul sito Ign/Adnkronos.

''Ora -aggiunge- spero che sia possibile una partita comune delle opposizioni. La fase finale del berlusconismo non sara' indolore. Pur di non andarsene a casa, Berlusconi le provera' tutte e quindi a maggior ragione serve un patto delle opposizioni che, se ci saranno le condizioni, potra' sfociare in una alleanza larga con cui presentarsi alle elezioni''.

Quanto alla possibile premiership di Bersani, sull'onda del successo, Franceschini invita a ''fare un passo per volta''. ''Adesso vinciamo i ballottaggi, poi cominceremo ad occuparci del lungo percorso che ci deve portare a sconfiggere Berlusconi e poi a ricostruire sulle macerie che purtroppo Berlusconi avra' lasciato nel paese'', conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog