Cerca

Antitrust: Cappellacci, grazie a quanti sono con noi in battaglia liberta'

Economia

Cagliari, 17 mag. - (Adnkronos) - ''Da tempo ci battiamo per il diritto alla mobilita' dei sardi, ma anche dei tanti cittadini italiani e stranieri che intendono venire nella nostra isola, sia per motivi di lavoro sia perche' attratti dalla nostre bellezze naturali, dal nostro clima, dal senso di ospitalita' che e' nel nostro dna. Non possiamo, quindi, che essere d'accordo con quanti, amministratori, associazioni e semplici cittadini sono pronti ad affiancarci nell'azione decisa e inflessibile che abbiamo intrapreso contro il rincaro ingiustificato delle tariffe dei traghetti". Cosi' il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, e' tornato sulla vicenda del caro traghetti.

"Le prese di posizione del presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti, degli assessori regionali della Liguria Enrico Vesco e Angelo Berlangieri, del deputato del Pd Michele Meta, con cui ci siamo confrontati su questo tema proprio di recente, testimoniano - ha aggiunto - che non siamo soli in questa rivendicazione civile di un principio per il quali i sardi si battono da sempre. Con la decisione annunciata oggi dall' Antitrust arriva una prima risposta che deve rafforzare l'azione nostra e degli amici che ci sono vicini''.

''La stagione dell'assistenzialismo - ha concluso Cappellacci - e' finita da tempo e i sardi non guardano a questo passato ma ad un futuro in cui vogliono essere, nel solco della migliore tradizione autonomistica, protagonisti e artefici della loro crescita socio-economica''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog