Cerca

GB: Clegg ci riprova e presenta proposta riforma Camera dei Lords

Esteri

Londra, 17 mag. (Adnkronos/Dpa) - Se sara' approvata la nuova proposta di riforma messa a punto dal vice premier britannico, il leader dei Liberal democratici Nick Clegg, entro quattro anni, gia' a partire dalla prossima legislatura, la Camera dei Lords sara' quasi totalmente eletta. Dei 300 membri, l'80 per cento saranno infatti eletti con un sistema proporzionale, con elezioni sfasate solo per un terzo della camera per volta, cosi' da non duplicare la Camera dei comuni come composizione.

Il rimanente 20 per cento, sara' nominato, come avviene tradizionalmente per la grande maggioranza di loro. La proposta, ha dichiarato Clegg, ''e' equilibrata e attenta'' e rappresenta un'''evoluzione piuttosto che una rivoluzione'' del Parlamento. Clegg, che ha da poco vista sconfitta, nel referendum, la sua proposta di riforma del sistema elettorale, e' stato contestato alla Camera dei Comuni, dove oggi ha presentato il disegno di legge, sia dai Conservatori (anche se il premier David Cameron si e' associato alla proposta) che dai Laburisti.

In un Libro bianco sulla riforma, era prevista anche la possibilita' di una camera completamente eletta. ''Ho sempre sostenuto l'ipotesi del 100 per cento dei componenti eletti, ma la cosa cruciale e' non rendere il meglio nemico del positivo'', ha spiegato Clegg, sottolineando che il numero di vescovi della Chiesa anglicana con un seggio scenderanno da 26 a 12.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog