Cerca

Mafia: smantellati vertici clan agrigentini, in manette carceriere Giuseppe Di Matteo

Cronaca

Palermo, 18 mag. - (Adnkronos) - Smantellati i vertici del mandamento mafioso di Cammarata e Casteltermini, nell'agrigentino. Una vasta operazione antimafia e' stata eseguita alle prime luci dell'alba dai carabinieri di Cammarata e del reparto Operativo di Agrigento, che hanno arrestato quattro persone, tra cui anche uno dei dei sequestratori del piccolo Giuseppe Di Matteo. L'operazione denominata "Kamarat", e' stata coordinata dal procuratore aggiunto di Palermo, Vittorio Teresi, e dai sostituti Giuseppe Fici ed Emanuele Ravaglioli.

Le manette sono scattate ai polsi di Angelo Longo, 47enne di Cammarata, Mariano Gentile, 58enne di Cammarata, Giovanni Calogero Scozzaro, 53enne di Casteltermini, tutti finiti in carcere; ai domiciliari, invece, e' stato sottoposto Vincenzo Giovanni Scavetto, 71enne di Casteltermini.

In particolare, Angelo Longo, figlio del boss di Cammarata Luigi, e' accusato di avere preso parte al sequestro del piccolo Giuseppe di Matteo, il figlio 13enne del pentito Santino fatto poi sciogliere nell'acido su ordine di Bernardo Brusca. Tutti gli arrestati sono accusati di associazione mafiosa con l'aggravante della disponibilita' di armi ed esplosivi per il conseguimento delle finalita' dell'organizzazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog