Cerca

Enel: assessore Ciambetti, con blocco Porto Tolle a rischio ripresa non solo in Veneto (3)

Economia

(Adnkronos) - E, Ciambetti rincara quindi la dose: ''Uno dei mali dell'Italia e' la carenza infrastrutturale e il mancato investimento nelle fonti energetiche e' un grave handicap: personalmente mi sono sempre speso - spiega l'assessore regionale - per la differenziazione nella produzione energetica e ricordo la mia battaglia personale anche recente sul fotovoltaico perche' credo che il primo investimento debba essere fatto nella ricerca, nello sviluppo di tecnologie il piu' possibile pulite ma liberando le nostre imprese da quella spada di Damocle che si chiama bolletta energetica''.

''Ora quanto rischia di accadere a Porto Tolle e' l'esatto contrario di quello che deve fare una vera nazione occidentale e sviluppata - stigmatizza Ciambetti - Non perdiamo tempo a guardare con piu' o meno malcelata invidia della Germania, che ha imboccato decisamente la strada della ripresa economica anche grazie ad un 45 per cento di approvvigionamento energetico derivato dal carbone. I tedeschi si' e noi no? Forse dovremo dipendere per sempre dai Paesi produttori di petrolio o dalle importazioni di gas russo? Vogliamo veramente bloccare l'economia? Io mi auguro di trovare al mio fianco tutti gli attori sociali, forze politiche, ma anche imprenditori e sindacati: mai come oggi va delineandosi una battaglia che non ha bandiera politica, fatto salvo per coloro che strumentalmente vorrebbero farci fare un salto indietro nella storia e nella qualita' del nostro vivere. Cosi', mentre rispetto il pronunciamento del Consiglio di Stato invito tutti a sostenere questa nuova battaglia: il Veneto e anche l'Italia del domani nascono da qui, da un impegno di civilta' per il bene di tutti''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog