Cerca

Siria: Assad ammette, forze sicurezza hanno commesso errori

Esteri

Damasco, 18 mag. - (Adnkronos/Aki) - Le forze della sicurezza siriana hanno commesso errori nel condurre la repressione nei confronti dei manifestanti che da meta' marzo contestano il regime di Damasco con manifestazioni di piazza. Ad ammetterlo e' lo stesso presidente siriano Bashar al Assad, le cui considerazioni si trovano oggi sul quotidiano 'Al-Watan'. Per questo, migliaia di agenti di polizia stanno frequentando nuovi corsi di addestramento, ha aggiunto il presidente siriano.

I commenti di Assad seguono la denuncia di un attivista per i diritti umani, Mustafa Osso, di pesanti bombardamenti sferrati all'alba di oggi su Homs, in particolare sul quartiere di Bab Amr. Secondo quanto riferiscono le organizzazioni per i diritti umani, sono oltre 850 i morti della repressione violenta messa in atto dal regime di Assad nei confronti dei manifestanti da meta' marzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog