Cerca

Roma: Zingaretti, uniti le mafie si possono sconfiggere

Cronaca

Roma, 18 mag. - (Adnkronos) - "Continueremo a finanziare questo progetto, la mafia, la camorra e la n'drangheta vanno combattute, perche' si possono fermare''. Lo ha dichiarato il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, intervenuto alla Casa del Jazz, in occasione dell'iniziativa 'Gli uomini passano, le idee restano. Come la memoria si fa impegno', un progetto promosso dall'associazione Libera in collaborazione con Palazzo Valentini e i Municipi capitolini.

Nell'ambito del progetto, seicento ragazzi in rappresentanza di 30 classi da 20 istituti tra Roma e provincia che hanno lavorato sul ricordo delle vittime innocenti delle mafie, per un percorso di impegno civile. In particolare sono state approfondite le figure di Emanuela Loi (agente di scorta vittima dell'attentato di via D'Amelio), Giancarlo Siani (giornalista del Mattino ucciso dalla camorra) e Pio La Torre (ucciso da Cosa Nostra per il forte impegno nella creazione di una legge contro le associazioni a delinquere di stampo mafioso e i loro patrimoni).

"Tramite il riciclaggio di denaro sporco - ha spiegato Zingaretti rivolgendosi ai ragazzi - le mafie sono arrivate anche da noi, in Lazio, comprando ristoranti, negozi e terreni. Voi giovani dovete essere una generazione che non ci sta ad essere sottomessi. La liberta' e' un diritto di tutti. Le mafie puntano a colpire chi non si ribella, chi ha pura e chi e' solo. Con un'azione collettiva le mafie possono essere sconfitte". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog