Cerca

Mafia: Brusca, contatti con Mangano per cercare Berlusconi e Dell'Utri

Cronaca

Roma, 18 mag. - (Adnkronos) - "Dopo l'arresto di Toto' Riina, ho contattato Vittorio Mangano, perche' si facesse portavoce di alcune nostre richieste con Dell'Utri e Berlusconi". Lo ha detto il pentito Giovanni Brusca, nel corso della deposizione al processo al generale Mario Mori e Mauro Obinu, accusato di favoreggiamento aggravato a Cosa Nostra.

"Mangano - ha aggiunto - era contentissimo di poter ristabilire i contatti e spiego' che il licenziamento dall'impiego ad Arcore era stato concordato con Berlusconi e Confalonieri per non creare problemi ma i rapporti erano rimasti buoni". A fare da tramite sarebbe stato un personaggio, secondo Brusca, "un tale Roberto".

"La richiesta era quella - ha spiegato Brusca - di attenuare il rigore nella detenzione all'Asinara e a Pianosa. Inoltre si voleva far arrivare, tramite Mangano, il messaggio, da utilizzare come 'arma politica', che la sinistra sapeva tutto sulle stragi mafiose del 92-93. Alla fine - ha detto Brusca - non abbiamo piu' avuto notizie dei contatti tra Mangano e i suoi referenti politici".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog