Cerca

Borsa: europee limano i rialzi al giro di boa, Piazza Affari in rosso

Finanza

Milano, 18 mag. - (Adnkronos) - Le borse europee al giro di boa limano i guadagni dell'avvio, con Milano che inverte la rotta e passa in territorio negativo. Sugli scambi continuano a pesare le incertezze sull'uscita dalla crisi greca, con l'ipotesi, sempre piu' insistente, di un ricorso a una ristrutturazione leggera del debito di Atene. Ipotesi stigmatizzata da esponenti di peso della Bce, fra cui Juergen Stark e Lorenzo Bini Smaghi, membri del board esecutivo, che hanno definito catastrofico e devastante il ricorso a una ristrutturazione. Sul fronte macroeconomico la produzione edilizia e' risultata in calo nell'eurozona a marzo, in flessione dello 0,3% rispetto al mese precedente, mentre nell'Ue a 27 e' cresciuta dell'1,9%.

Al giro di boa Londra segna un rialzo dello 0,49%, Francoforte dello 0,17% e Parigi registra un progresso dello 0,47%. Deboli Madrid (-0,17%) e Lisbona (-0,50%). Anche Milano annulla i rialzi della prima parte della seduta, con il Ftse Mib a 21.392 punti, in calo dello 0,08%.

A Piazza Affari i titoli del comparto bancario si muovono in negativo, dopo un avvio tonico. Ubi Banca lascia sul terreno l'1,77% a 5,53 euro e Bpm lo 0,75%. Ieri Enzo Chiesa e' stato nominato direttore generale dell'istituto di Piazza Meda e i vertici dell'istituto hanno messo sotto osservazione gli impieghi verso il comparto immobiliare, tracciando un percorso per ridurre il rischio. Male anche Intesa Sanpaolo (-0,60%), in attesa del via libera della Consob all'aumento di capitale da 5 miliardi di euro, e Unicredit (-0,62%), messa sotto osservazione da Moody's in vista di un possibile downgrade del rating. Mps cede lo 0,50%, mentre Banco Popolare, che oggi ha lanciato un'offerta di scambio sull'ammontare di tre obbligazioni subordinate di tipo 'Lower Tier II', guadagna lo 0,99%. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog