Cerca

Milano: Pagliarini (Lega Padana Lombardia), Lega apre gli occhi (2)

Politica

(Adnkronos) - Pagliarini ricorda che, in un'intervista a Il Giornale dell'ottobre scorso, disse che "la Lega Nord dovrebbe candidare un leghista vero, non stare con la Moratti". Secondo il candidato il partito di Umberto Bossi dovrebbe smettere di appoggiare il presidente Berlusconi, che, dice, "non ha combinato un tubo di niente". Quel niente a cui si riferisce Pagliarini riguarda soprattutto il federalismo. "La legge sul federalismo- afferma- e' una presa in giro, una norma innocua, che non cambia nulla". Pagliarini la definisce un 'crimine culturale', che affida ancora piu' potere decisionale allo Stato.

Il leader della Lega Padana Lombardia, ha sempre fatto del federalismo la sua battaglia e nel 2007 ha presentato, in veste di consigliere comunale, in comune a Milano la proposta di istituire un 'documento contabile per i milanesi'. Tale documento, elaborato dalla commissione bilancio, avrebbe dovuto rendere conto ai cittadini delle spese dell'amministrazione e, cosi' dice il testo, 'dell' eventuale differenza tra quello che i cittadini milanesi versano ogni anno alle Pubbliche Amministrazioni della Repubblica e quello che ricevono'. Pagliarini afferma che quella mozione non e' poi mai stata messa in atto dal sindaco Letizia Moratti, pur essendo stata approvata dal consiglio comunale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog