Cerca

Napoli: Sales, voto di protesta si e' rivolto all'interno della sinistra

Politica

Napoli, 18 mag. - (Adnkronos) - "La novita' del risultato di napoli e' che il voto di rabbia, dopo anni di un governo non popolare che non ha raggiunto i risultati promessi, non si e' rivolto al centrodestra ma all'interno della stessa sinistra". Lo sostiene Isaia Sales, scrittore e politico, storico della camorra ed ex sottosegretario del Tesoro nel primo governo Prodi.

"Un anno fa - aggiunge Sales all'ADNKRONOS - questa protesta era indirizzata al centrodestra. Questo non e' successo, per tre motivi. Primo, e' cambiato il clima nazionale su Berlusconi e questo ha avuto un riflesso anche sul voto della citta'. Secondo, perche' il centrodestra ha cominciato a governare e non ha ottenuto molti risultati: sull'immondizia non si puo' accusare solo la sinistra, ma anche la destra, come recitava un cartello apparso recentemente a Napoli 'Sinistra o destra, l'immondizia resta'. C'e' la consapevolezza che nel primo anno di governo la destra non ha affrontato il problema principale della citta'. Terzo, il ruolo di de Magistris, della personalita' che nella sua radicalita' ha intercettato l'ansia di cambiamento e l'ha portata al voto".

Un ruolo fondamentale, nel successo del candidato di Idv, Fds e Partito del sud, lo ha avuto il voto disgiunto: "E' evidente - spiega Sales - che de Magistris non avrebbe raggiunto quel risultato senza i voti degli scontenti del Pd. Nelle situazioni difficili, a volte quasi tragiche, emerge il profilo della personalita' in campo". In vista del ballottaggio, aggiunge Sales, sarebbe un errore considerare l'appello ai moderati la chiave di volta: "A Napoli e' difficile essere moderati guardando la situazione della citta'. L'ansia di cambiamento non puo' essere moderata, non si puo' 'moderatamente' cambiare Napoli, la voglia e' radicale ed e' molto piu' probabile che chi esprime maggiore radicalita' nel voler cambiare abbia successo", sottolinea Sales. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog