Cerca

Napoli: moglie de Magistris,lo si ama o lo si odia e i napoletani sapranno amarlo (2)

Politica

(Adnkronos) - Per Maria Teresa Dolce, avvocato, consulente legale scolastico, "lui non si e' mai arreso davanti alla necessita' di cambiare il mondo". Programma vasto, ma anche cambiare Napoli non e' poca cosa... "Anzi, e' una sfida difficile: fare il sindaco di Napoli non e' come essere il primo cittadino di una tranquilla cittadina di provincia, non e' come fare il sindaco a Siena, per fare solo un esempio. Anche qui, come da magistrato, si trovera' contro forti poteri ma sapra' affrontarli".

Fa bene a parlare direttamente al cittadino elettore, anziche' rivolgersi ai partiti, ai comitati elettorali degli altri candidati usciti al primo turno, agli schieramenti politici nazionali? "Fa benissimo - risponde - Dal primo momento ha agito cosi' e i fatti, i risultati elettorali, gli hanno dato ragione. Non c'e' alcun motivo per cambiare quella che non e' una strategia studiata a tavolino ma un modo di fare e di essere dell'uomo de Magistris".

Un suggerimento da moglie e da cittadina napoletana al possibile futuro marito-sindaco? "Non serve molta fantasia per rispondere - ammette - Cominciare subito dalla raccolta dei rifiuti: e' sicuramente il problema piu' sentito da tutta la cittadinanza napoletana". E lei, si vedrebbe bene nei panni di 'first lady partenopea'? "Per la verita', non mi ci vedo affatto: sono abituata a lavorare sempre dietro le quinte, fuori dalla luce dei riflettori e continuero' a comportarmi in questo modo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog