Cerca

Napoli: intellettuali e artisti, sorpresa de Magistris ma quadro politico delude/Il punto

Politica

Napoli, 18 mag. - (Adnkronos) - Sorpresa per l'exploit di de Magistris, ma il ''voto di rabbia'' che ha punito il Pd dovra' fare i conti con Gianni Lettieri che arriva al ballottaggio forte del suo 38,5%. Intellettuali e artisti napoletani interpretano il risultato del primo turno delle amministrative, che decideranno chi sara' il nuovo inquilino di Palazzo San Giacomo. Sia Lettieri o de Magistris, il prossimo sindaco dovra' avere spalle forti ''per sostenere le responsabilita''' della sua carica, mentre la citta' affronta la crisi rifiuti.

"La novita' del risultato di Napoli e' che il voto di rabbia, dopo anni di un governo non popolare che non ha raggiunto i risultati promessi, non si e' rivolto al centrodestra ma all'interno della stessa sinistra", e' quanto sostiene Isaia Sales, scrittore e politico, storico della camorra ed ex sottosegretario del Tesoro nel primo governo Prodi.

"Un anno fa - aggiunge Sales all'ADNKRONOS - questa protesta era indirizzata al centrodestra. Questo non e' successo, per tre motivi. Primo, e' cambiato il clima nazionale su Berlusconi e questo ha avuto un riflesso anche sul voto della citta'. Secondo, perche' il centrodestra ha cominciato a governare e non ha ottenuto molti risultati: sull'immondizia non si puo' accusare solo la sinistra, ma anche la destra, come recitava un cartello apparso recentemente a Napoli 'Sinistra o destra, l'immondizia resta'. C'e' la consapevolezza che nel primo anno di governo la destra non ha affrontato il problema principale della citta'. Terzo, il ruolo di de Magistris, della personalita' che nella sua radicalita' ha intercettato l'ansia di cambiamento e l'ha portata al voto". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog