Cerca

Milano: 'La Padania', abbiamo dieci giorni per riprenderci la citta'

Politica

Roma, 19 mag. (Adnkronos) - "Che ingenui che siamo stati a credere che il Nord avrebbe riconosciuto i suoi uomini anche al buio perche' profumano di fatica e di sudore e non di colonia francese". Lo scrive il direttore de 'La Padania' Leonardo Boriani in un commento sul quotidiano leghista in cui si prende atto di qualcosa che non ha funzionato nella campagna per le amministrative, ma non per questo c'e' da rassegnarsi a perdere Milano, anzi il titolo del pezzo e' "Le dieci giornate di Milano", intese come quelle "che abbiamo per riprenderci la citta'". Ed e' sottolineato da una copia del Proclama di Cattaneo del 1848.

"Adesso rimbocchiamoci le maniche -prosegue- e diamo battaglia dura, senza esclusioni di colpi, perche' adesso e' l'ora di non mollare. Dobbiamo riprenderci Milano con intelligenza, rabbia e coraggio. Mica siamo dei deboli, dei co... qualsiasi che si nascondono ditero l'intellighenzia e la kultura, noi siamo leghisti, mica fuffa rivestita della festa".

Il direttore parla del primo turno delle amministrative come di una "insurrezione popolare anomala che parte dalle circoscrizioni fino ai quartieri alti e radical chic di Milano passando per le vie dell'ecopass" e dalla cabina elettorale "e' uscito un groviglio di rabbia e un desiderio di cambiare". E poi, "bisognava arrivare a dare voti 'contro' e non 'per' e portare Pisapia dove nemmeno lui credeva per arrivare a dire 'siamo stanchi"?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog