Cerca

Chiesa: Bagnasco, dolore improvviso e inatteso per peccato confratello (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Il cardinale ha cosi' proseguito: "Noi crediamo, pastori e fedeli, che la prova e il senso di sgomento ci porteranno a salutari riflessioni su quel cammino di conversione dal quale nessuno e' mai esente, ma che interpella senza sorta ogni discepolo di Cristo, ogni vero ministro di Dio. Come figli docili chiediamo dunque alla Vergine Maria di avere ognuno il coraggio della verita' di guardarci nel profondo del cuore per cantare le opere del Signore perche' l'amore del Signore e' sempre fedele ed eterno. Come recita il salmo appena pregato: Egli non ci abbandona mai, e' sempre con noi se noi gli facciamo posto nel nostro cuore. Ma anche per riconoscere le ombre da fugare, le pieghe da affrontare, la sensibilita' spirituale da curare perche' non venga meno".

Monsignor Bagnasco ha anche ricordato l'importanza della "amicizia sacerdotale, che significa nient'altro che aiutarci nella fedelta' alla vocazione senza reticenze e diventare santi". L'omelia si e' conclusa con un ringraziamento "per il bene che le nostre comunita' ci vogliono e per cui siamo lieti e grati, ma ancor piu' ci sentiamo responsabili, vigili e operosi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog